Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Mercoledì, 18 Ottobre 2017
  • banner3.jpg banner3.jpg
  • banner2.jpg banner2.jpg
  • banner1.jpg banner1.jpg
  • banner4.jpg banner4.jpg
  • banner5.jpg banner5.jpg
  • banner6.jpg banner6.jpg
  • banner7.jpg banner7.jpg
  • banner8.jpg banner8.jpg
  • banner9.jpg banner9.jpg
  • banner10.jpg banner10.jpg
  • banner11.jpg banner11.jpg
Iscriviti alla newsletter >>
Strumenti personali
Utilizzo attrezzature e parco

Richiesta di utilizzo delle attrezzature del Parco della Festa degli Asparagi:

clicca qui per compilare il modulo online

Manifesto Verticale

Per informazioni o prenotazioni urgenti oltre all'indirizzo mail ed alla segreteria telefonica allo 0432-661509 è possibile contattare anche il numero cellulare 342-08-900-51

 
 

Pro Loco

Centro Civico

L’associazione Pro Loco Tavagnacco fu fondata nel 1960 per iniziativa di alcuni promotori che intendevano dare una solida struttura organizzativa alla Festa degli Asparagi. Nei loro intendimenti la Pro Loco doveva, inoltre, essere elemento di stimolo nei confronti degli operatori economici e delle autorità locali al fine di promuovere all’esterno le peculiarità del paese, non solo dal punto di vista paesaggistico ma anche economico-sociale.

 

Il primo presidente dell’associazione, dal 1960 al 1964 fu il comm. Zoilo Zanussi, fondatore nel 1935 della 1° Mostra degli Asparagi.

 

Dal 1965 al 1975, a presiedere la Pro Loco, fu chiamato il professor Pietro Enrico di Prampero, che, affiancato da brillanti collaboratori, in primis il geom. Giovanni Zamparo, pose le basi per un rilancio della Festa degli Asparagi ospitandola nello splendido parco della sua villa di Tavagnacco.

 

Successivamente, dal 1976 al 1989 la presidenza fu assunta dal professor Mario Pezzetta che promosse un ricambio generazionale e una riorganizzazione interna dell’associazione, dotandola di nuove attrezzature e un nuovo statuto più vicino alle esigenze dei tempi.

Per il triennio 1989 – 1991 fu eletto presidente Luciano Zoratti, il quale, con la collaborazione di un consiglio rinnovato, assunse il delicato compito di promuovere il trasferimento della Festa degli Asparagi dal parco della Villa di Prampero (incantevole ma ormai inadeguato dal punto di vista logistico della viabilità e dei parcheggi) al Parco Comunale di via Tolmezzo.

 

Dal 1992 al 2004 la carica di presidente della Pro Loco è stata ricoperta dal dott. Paolo Abramo.

Durante questo periodo la Pro Loco, grazie al lavoro svolto da un Consiglio particolarmente dinamico, ha acquisito  in comodato dal Comune di Tavagnacco l’area del Parco Comunale, che, grazie al lavoro volontario di numerosi soci dell’Associazione, è diventato un vero e proprio parco festeggiamenti utilizzato per le loro manifestazioni anche da altre associazioni e privati, pur mantenendo durante l’intero corso dell’anno le caratteristiche di parco votato allo svago e al tempo libero e di area giochi per bambini, nel pieno rispetto dell’ambiente naturale. Di pari passo è stata promossa la riorganizzazione dell’associazione con opportune modifiche statutarie e con un allargamento della base sociale che è raddoppiata in pochi anni. Nel 2000, con Decreto Regionale, la Pro Loco di Tavagnacco è stata inserita nell’Albo Regionale delle Pro Loco a riconoscimento dell’importante funzione rivestita in ambito locale.

 

Dal dicembre 2004 la carica di Presidente della Pro Loco Tavagnacco è stata assunta dall'ing. Nicola Macor, il quale ha ulteriormente rilanciato l’attività dell’Associazione, con nuove iniziative e manifestazioni nel corso di tutto l’anno. Aprendo presso il Centro Civico la nuova sede della Pro Loco, dotata di sala riunioni e ufficio amministrativo, il presidente Macor ha riorganizzato l’attività dell’associazione, consolidandone le basi anche grazie agli apporti di nuovi soci e dei giovani del Servizio Civile Nazionale, del quale –attraverso l’Unione Nazionale delle Pro Loco UNPLI- la Pro Loco di Tavagnacco è diventata una delle sedi ospitanti. Inoltre il presidente Macor ha promosso la realizzazione nel Parco Comunale di Tavagnacco di due nuove strutture in legno che, durante la Festa degli Asparagi, vengono adibite a enoteca  e osteria, contribuendo a migliorare l’immagine molto curata della manifestazione.
Azioni sul documento